American Horror Story 5: Ecco perché Lady Gaga non farà rimpiangere Jessica Lange

American horror story hotel, Lady Gaga
Ecrit par

La quinta stagione di American Horror Story ha perso la sua stella di punta, Jessica Lange, ma nella prima puntata di Hotel Lady Gaga si è dimostrata a dir poco letale.

Quando Ryan Murphy ha dichiarato che Jessica Lange non sarebbe tornata nel cast dei regular di American Horror Story, i fan sono piombati nel totale sconforto. Da vicina di casa di Murder House ad inquietante madre superiora in Asylum, per poi passare alla suprema di Coven e alla direttrice del Freakshow, Jessica Lange è sempre stata l’anima di ogni stagione di American Horror Story, e per questo una serie senza di lei è sempre stata impensabile… almeno fino all’arrivo di una nuova stella, e di certo non una qualsiasi. Tocca a Lady Gaga raccogliere la pesante eredità lasciata dall’attrice, ed impersonare l’enigmatica proprietaria dell’Hotel al centro delle vicende della quinta stagione. Il cambiamento funzionerà? Dopo aver visto il primo episodio sembrano non esserci più dubbi: Lady Gaga è all’altezza del compito e anzi, potrebbe addirittura diventare uno dei motivi principali per decidere di guardare American Horror Story Hotel. Ecco perché in tre motivi.

Chi meglio di Lady Gaga per una serie come AHS?

Senza freni, fuori dagli schemi, sempre sopra le righe: Lady Gaga come cantante ha sempre saputo come far parlare di sé grazie grazie non solo alle sue doti vocali, ma anche alla sua stravaganza nello scegliere i vestiti, le scenografie per le sue performances e nel modo in cui gestisce la sua immagine pubblica. Una figura controversa che porta con sé una notevole dose di mistero, perfetto per un’ambientazione come questa. Un’ulteriore prova? La foto che ha pubblicato su instagram per festeggiare l’inizio della serie ieri sera la ritrae in topless coperta di sangue, mentre regala un dito medio alla fotocamera. A quanto pare Ryan Murphy ha fatto bingo.

Un cambiamento radicale era necessario per la serie

Tutti erano innamorati di Jessica Lange nelle prime serie, così come del format antologico che Ryan Murphy ha deciso di dare ad American Horror Story: ogni stagione staccata dalla precedente con lo stesso cast di regular. Tuttavia, nonostante questo sistema fornisse agli attori spunti molto interessanti per creare personaggi sempre diversi, dopo quattro stagioni la necessità di un cambio di volti iniziava ad essere necessario: il fantasma delle protagoniste passate ha oscurato le ultime stagioni di Jessica Lange ed in parte questo ha penalizzato l’intera resa dello show negli ultimi anni. Un cambiamento all’interno del cast, ma soprattutto una nuova figura di punta, potrebbe contribuire a quell’aria di rinnovamento di cui un’antologia necessita.

La prima scena di cui è protagonista vale per convincersi definitivamente

Ryan Murphy aveva promesso una stagione più oscura delle altre, con più sangue e più violenza ma soprattutto più sessualità: considerando i livelli a cui siamo abituati con American Horror Story, una promessa del genere non poteva certo condurre a nulla di buono - e infatti così è stato. Ryan Murphy ha deciso di dare il benvenuto a Lady Gaga con una prima scena che probabilmente rimarrà nella storia della serie e che coinvolge un rapporto sessuale a quattro (con Matt Bomer tra i partecipanti), necrofilia, omicidi e cocktail di sangue. Qualcosa che raramente dimenticheremo, che preannuncia il tono della serie e lascia supporre che nelle prossime settimane ne vedremo davvero delle belle.

A Jessica Lange i suoi ruoli in American Horror Story hanno fruttato due Emmy e un Golden Globe: sarà lo stesso per Lady Gaga? Per ora sembra aver convinto tutti, quindi il battesimo del fuoco è superato a pieni voti. A noi non resta che ascoltare “Hotel California” degli Eagles ed aspettare con ansia che la prossima settimana le porte dell’Hotel si apriranno di nuovo: non vediamo l’ora di vedere di nuovo la contessa, ma meglio stare alla larga dalla camera 64...

Crediti: FX, YouTube, just jared