Alt-J: "This is All Yours" - la recensione

Il vecchio quartetto Alt-J!
Ecrit par

Gli Alt-J, dopo l'abbandono del bassista Gwil Sainsbury, tornano con "This is All Yours", secondo album di inediti. Il sound folk, unito alle tonalità rock, è ormai il segno distintivo della band inglese. Recensione.

Non bisogna aspettare la data d'uscita, fissata al 23 settembre 2014, per ascoltare "This is All Yours", il nuovo album degli Alt-J. Da pochi giorni il trio inglese ha messo a disposizione, attraverso l'utilizzo di una particolare applicazione, l'ascolto in streaming delle loro 13 nuove tracce. Collegandosi ad un apposito link, si possono scoprire i luoghi dove è possibile ascoltare l'album tramite Google Play (per Android) o Apple App Store (per iOS). Scelta ecologica e culturale per gli Alt-J: la maggior parte dei luoghi prescelti sono infatti vicino a parchi, zone verdi e monumenti! L'immersione nella musica degli Alt-J è fatale. Il secondo album conferma, non eguagliandola però, la buona dose di creatività che gli inglesi avevano saputo dimostrare nel loro album d'esordio "An Awesome Wave". La somiglianza tra i due prodotti è un po' troppo accentuata per parlare di "This is All Yours" come di un capolavoro assoluto.

Altri articoli su Alt-JAlt-J, Edward Sharpe, Django Django: I migliori singoli del 2012, anno dell’hipsterAlt-J: Nuovo album in streaming, ma serve una appAlt-J a Milano: Concerto spostato al Forum di Assago

Alt-J: "This is All Yours" - la recensione

L'anima indie, i riferimenti ai Radiohead e a The Xx sono ben presenti anche in questo secondo lavoro. La particolarità degli Alt-J rimane immutata: ad un linguaggio rock si mischia il tema e la ballad folk-pop (scelte confermate dalle immagini dei video dei primi tre singoli, usciti per promuovere l'album, tra maggio e settembre). L'immedesimazione con la natura è piena. Ascoltiamo le cadenze ritmate di Joe Newman (voce del gruppo), sovrapporsi a cori diversi. Il testo di Every Other Freckle parla chiaro: il desiderio struggente di stare accanto ad una ragazza è tale che chi canta vorrebbe immedesimarsi in ogni singolo oggetto e nella natura stessa: "Sì, correrei attorno a te come un gatto corre intorno. Ho intenzione di baciarti, come il sole ti bacia. Mi divori". Un tocco di pop commerciale nell'album è dato, almeno in linea teorica, dalle riprese testuali del brano 4x4 di Miley Cyrus. Il testo della regina del trash è riversato in Hunger of the Pine, primo singolo estratto dall'album, per un risultato accattivante ed orecchiabile.

Alt-J: "This is All Yours" - la recensione

Il disco può essere parzialmente definito un concept album. Oltre al pezzo strumentale Intro, che ricorda la stessa apertura del primo album, si parte dall'ascolto di Arrival in Nara, proseguendo sulle note di Nara e delle altre tracks dell'album, fino ad arrivare a Leaving Nara, melanconico e triste congedo degli Alt-J al loro pubblico. Quello degli Alt-J non è un addio però, ma solamente un arrivederci. Per chi ancora non li conosce e per chi invece è già un grandissimo fan, gli Alt-J si esibiranno in un'unica data live in Italia sabato 14 febbraio 2015. Il trionfo della band inglese è già assicurato! A causa delle tantissime richieste, per garantire la partecipazione di tutti, gli organizzatori hanno deciso di anticipare di un giorno e spostare la tappa italiana degli Alt-j dall'Alcatraz di Milano al Forum di Assago. Non ci sono scuse dunque per non approfittare di questa unica occasione!

Alt-J: "This is All Yours" - la recensione
Crediti: digitalspy, Archivio web, Youtube