Allegri alla Juventus: perché è una scelta sbagliata

Massimiliano Allegri e Antonio Conte
Ecrit par

Terremoto in casa Juventus: via Conte, è ufficiale l'arrivo di Massimiliano Allegri, che sta scontentando il popolo juventino. Una scelta azzardata che sembra in contrasto con la strategia vincente degli ultimi anni.

Antonio Conte lascia la Juventus sul più bello, dopo tre anni vincenti e ricchi di soddisfazioni. Il prolungamento del contratto tra il tecnico salentino e i bianconeri si è rivelato solamente uno specchietto per le allodole. Approda alla Juventus un uomo che, invece, ha lasciato la propria, di Signora, sull'altare: Massimiliano Allegri è dunque il nuovo allenatore della Juventus, reduce da un'esperienza nefasta alla guida del Milan. Le premesse, dunque, non sono certo delle migliori: la paura attanaglia i tifosi bianconeri, che si sfogano sui social network postando l'hashtag #NoAllegri. Il popolo juventino vive ore drammatiche, abbandonato improvvisamente dall'uomo in più degli ultimi tre anni. Antonio Conte ha rassegnato le dimissioni (guarda il video), ma le conseguenze potrebbero essere ben più gravi, per tempistiche e modalità, di una semplice interruzione di un rapporto di lavoro.

Altri articoli su JuventusCalciomercato: Vidal verso il Manchester United dopo l'addio di ConteAntonio Conte-Juventus, il video dell'addioMassimiliano Allegri è il nuovo allenatore della JuventusJuventus ad Allegri: Come sarà la squadra del dopo Conte?

Allegri alla Juventus: perché è una scelta sbagliata

Alla Juventus approda lo stesso Max Allegri che al Milan aveva "fatto fuori" Andrea Pirlo,, destinato a diventare il faro del centrocampo bianconero. Come si concilieranno ora i due fattori? Da un lato, l'allenatore che aveva bollato come finito il numero 21, dall'altro l'hipster Pirlo che si era scagliato proprio contro il tecnico livornese nella propria autobiografia. E poi ci sono i destini dei gioielli richiestissimi sul calciomercato Arturo Vidal e Paul Pogba, insostituibili nella Juventus di Antonio Conte che nel giro di tre stagioni ha conquistato altrettanti scudetti e due Supercoppe italiane.

Allegri alla Juventus: perché è una scelta sbagliata

Il sistema di gioco di Max Allegri, poi, non brilla certo per spettacolo e fantasia. Con due interditori a centrocampo (nel Milan erano De Jong e Muntari), il tecnico prediligeva la fase difensiva piuttosto che la costruzione del gioco, sterile e poco propositivo, mascherato al primo anno di Milan grazie alle prodezze di Ibrahimovic. E poi c'è l'uomo Allegri, che non ha mai perso occasione per apostrofare con frasi poco carine la società Juventus, soprattutto dopo il famigerato gol fantasma di Muntari nel 2011 (che, secondo i milanisti, costò loro lo scudetto). Possibile che in Corso Galileo Ferraris abbiano la memoria corta?

Emanuele Zambon

Allegri alla Juventus: perché è una scelta sbagliata
Crediti: juventus tv, Instagram, qn.quotidiano.net, Twitter