Alexander Skarsgard a Berlino 2016: ' 7 anni di True Blood? Non li ho sentiti'

Alexander Skarsgard a Berlino 2016
Ecrit par

Alexander Skasgard è arrivato a Berlino per presentare ‘War on Everyone’, ma per la serie che lo ha lanciato, ‘True Blood’, ha speso solo parole positive.

E’ giunta l’ora dei vampiri al Festival di Berlino 2016, o sarebbe meglio dire degli ex vampiri. Alexander Skarsgard, attore svedese noto al grande pubblico per aver vestito i panni di Eric Northman nella serie cult ‘True Blood’ è infatti sbarcato nella capitale tedesca per presentare nella sezione Panorama il film War on Everyone, commedia grottesca in cui veste i panni di un poliziotto abituato ad usare metodi molto poco ortodossi per perseguire i suoi obiettivi. Sorriso contagioso e occhi azzurro mare, Alexander è arrivato in conferenza stampa con un look molto casual, composto da jeans e camicia a righe, che non ha tuttavia compromesso in alcun modo la sua fama da sex symbol. Di motivi per sorridere, infatti, il bell’attore ne ha molti, essendo riuscito a scucirsi di dosso l'immagine del suo alter ego televisivo: attualmente impegnato nelle riprese di Big Little Lies insieme a Nicole Kidman, Alexander sarà chiamato anche a vestire i panni di Tarzan nel prossimo film di David Yates insieme a Margot Robbie.

Alexander Skarsgard a Berlino 2016
Alexander Skarsgard a Berlino 2016
Alexander Skarsgard a Berlino 2016
Alexander Skarsgard a Berlino 2016
Alexander Skarsgard a Berlino 2016
Alexander Skarsgard a Berlino 2016
Alexander Skarsgard a Berlino 2016
Alexander Skarsgard a Berlino 2016
Alexander Skarsgard a Berlino 2016
Alexander Skarsgard a Berlino 2016
Alexander Skarsgard a Berlino 2016
Alexander Skarsgard a Berlino 2016

Girare ‘War on Everyone’ con y John Michael McDonagh per me è stato un onore. Sul set io e Michael (Pena) facevamo di tutto per compiacere il nostro regista. Quando lo vedevamo ridere eravamo su di giri, anche se non capivamo se ridesse con noi o di noi” ha esordito Skarsgard. War on Everyone è solo il primo di una lunga serie di pellicole che lo vedranno grande protagonista al cinema il prossimo anno, un successo che non era scontato dopo la grande popolarità raggiunta con True Blood: “ Lavorare per 7 anni a quel telefilm non mi è pesato affatto. Sapevo che prestando il volto ad un personaggio così popolare avrei rischiato di restare intrappolato, ma le cose non sono andate così. Tra una stagione e l’altra sono riuscito a dedicarmi anche ad altre cose, a coltivare altri progetti, il che mi ha decisamente alleggerito tutto e aperto nuovi orizzonti”. Insomma, a differenza di molti colleghi che vengono dal piccolo schermo, Skarsgard, complice un volto che buca lo schermo e un talento impossibile da limitare, è riuscito a fare il grande salto, non esitando anche a prendersi in giro quando è stato chiamato a farlo: “In war on Everyone c’è una scena in cui mi dimeno in un balletto buffissimo. Vi confesso che siamo stati una giornata intera per girare quell’unica scena. La mia partner era perfetta, io invece non riuscivo proprio a ripetere i movimenti con precisione, mi sembrava di stare a ‘Ballando con le Stelle’. Ho chiesto ed ottenuto di poterla ripetere ancora oltre il tempo che mi era stato concesso, e quando finalmente sono riuscito a farla come si deve, mi sono sentito al settimo cielo”. Un’ultima battuta, infine, sulla polemica degli ‘Oscar so white’:” E’ giusto che sia scoppiata questa polemica, perché comunque vadano le cose almeno è servita a portare a galla un problema. Su 20 attori il fatto che non ci sia nessuno che appartenga ad una minoranza significa che c’è un problema dal punto di vista del sistema”. Bello, simpatico e anche impegnato, ce ne fossero in giro di vampiri così!

Crediti: melty.fr