Alex Schwazer: La fidanzata Kathia e le ex Carolina Kostner e Valeria Molin Pradel (FOTO)

Alex Schwazer piange dopo la confessione sull'epo nel 2012
Ecrit par

Alex Schwazer: dalle ex Carolina Kostner e Valeria Molin Pradel all'attuale fidanzata Kathia, su 'Solo per Bomber' le foto delle donne del marciatore (di nuovo 'dopato'?).

Alex Schwazer, ecco tutte le donne del discusso marciatore. Il 31enne atleta altoatesino, secondo l'esclusiva de 'La Gazzetta dello Sport', dopo la squalifica di tre anni e mezzo a causa dell'assunzione di epo sarebbe stato di nuovo trovato positivo al doping - stavolta agli anabolizzanti - durante la preparazione per il rientro agonistico in vista delle Olimpiadi di Rio 2016; il controllo sarebbe stato effettuato il primo gennaio a Vipiteno e si tratterebbe di uno di quelli a sorpresa voluti dalla Iaaf, la federazione internazionale di atletica leggera. La fidanzata 'storica' di Alex Schwazer è Carolina Kostner, a cui è stato legato sentimentalmente dal 2008 al 2012, prima che la pattinatrice su ghiaccio fosse a sua volta squalificata per un anno e quattro mesi in seguito alla "complicità" e "omessa denuncia" per aver coperto il marciatore in occasione di un controllo antidoping a sorpresa prima delle Olimpiadi di Londra.

Alex Schwazer è quindi per qualche mese - da marzo a luglio 2015 - stato insieme a Valeria Molin Pradel, 37enne ex giocatrice di hockey di Eagles Bolzano, concorrente (vincente) a L'Eredità e quindi gieffina, nonché membro del Mensa Club, circolo che riunisce le persone più intelligenti del mondo. Infine, 'semplicemente' commerciante di Vipiteno volutamente lontana dal clamore mediatico, è arrivata Kathia, che con sguardo amorevole aveva seguito il fidanzato nel rientro agonistico di maggio ai Mondiali di marcia di Roma. In attesa della conferenza stampa odierna al fianco di coach Sandro Donati, ecco su 'Solo per Bomber' le foto delle donne del sempre più discusso marciatore Alex Schwazer.

>>> Seguite 'Solo per Bomber' anche su Facebook!

Crediti: fisicarlo, Chi, Grande Fratello, web , La Gazzetta dello Sport