Alessandra Amoroso: "Ecco cosa voglio fare da grande!"

Alessandra Amoroso, intervista a Repubblica
Ecrit par

Alessandra Amoroso si gode il successo di "Vivere a colori" e, tra un instore e l'altro, si dedica alle interviste. Ecco cosa ha detto a Repubblica!

"Vivere a colori" è già un successo: dalla sua data di uscita, il 15 gennaio, ha raggiunto le vette delle principali classifiche italiane (da quella FIMI a iTunes) e in meno di due settimane ha ottenuto la certificazione d'oro. Nonostante il successo, Alessandra Amoroso rimane con i piedi per terra, come ha spiegato in un'intervista a Repubblica, giovedì 4 febbraio: "No, la testa non la perdo, e ache se ci volessi provare ci sono mamma e papà che mi tartassano. Sono nata in Salento, campagna, mare, tanta gente per bene, sono sempre rimasta così, e per me le radici, la famiglia, i valori sono sempre gli stessi". L'umiltà della salentina, appare evidente nelle sue parole, lasciando il giudizio sul suo ultimo album agli altri: "Se questo lavoro è un segno di maturità? Non sono io a poterlo dire. Certo so che con la crescita ho capito che per poter raccontare, non essendo una cantautrice, avevo bisogno di autori diversi, di potermi confrontare con realtà nuove. Si nasce con delle attitudini, e io di certo ho quella di collaborare con gli altri". Ecco che così sono nate le collaborazioni con tanti artisti affermati della musica italiana, da Tiziano Ferro (che aveva prodotto anche "Amore puro") a Elisa, passando per Federico Zampaglione dei Tiromancino, i quali hanno firmato diversi brani di questo nuovo disco. Sicuramente "Vivere a colori" rappresenta un'immagine fedele di quello che è Sandrina, "una buona fotografia di quello che sono davvero, di come sono cresciuta e cambiata", per citare le sue parole, "È un disco 'a colori', c'è un po' di tutto, le ballate, i pezzi uptempo, dei testi diversi, più profondi...". Tuttavia, l'amore rimane sempre il tema centrale delle sue canzoni, che l'interprete di "Comunque andare" cerca sempre di mettere anche di mettere in pratica. "Credo di essere buona e gentile, io cerco di fare questo, non soltanto di cantare l'amore. Parlare d'amore è bellissimo, ma io cerco anche di metterlo in pratica", ha detto sempre a Ernesto Assente, giornalista di Repubblica.

Alessandra Amoroso: "Ecco cosa voglio fare da grande!"

Una vita fatta di musica quella di Alessandra Amoroso: tutto è iniziato ascoltando Lucio Battisti, Mina e Gianni Morandi e poi cantando gospel nel coro della chiesa, ma "cantare era una cosa privata, che piaceva a me, non avrei mai pensato nella vita di fare della mia passione e del mio sogno una professione". Entrare ad Amici è stata la mossa giusta per mostrare tutto il suo talento, anche se il percorso non è stato facile. "La partecipazione a Amici è capitata per caso: ero al lavoro, avevo una settimana di ferie e mi sono detta 'perché non provare'. Sinceramente, però, il mio passaggio all'interno della scuola è stato all'inizio traumatico, non ero abituata al giudizio continuo, ad un continuo altalenarsi di alti e bassi, con la famiglia lontana, in un universo totalmente sconosciuto. Non è stato un passaggio facile, sei sette mesi abbastanza duri". E da grande, cosa vuole fare Alessandra Amoroso (ecco quali sono gli altri cantanti che hanno avuto successo anche senza Sanremo)? "Cantare, sempre e comunque. La musica ci sarà nella mia vita anche in futuro, non so se in un ristorantino, con l'entrata illuminata e a sinistra un palchetto con me che canto tutte le canzoni che voglio. Come in Rocky, che alla fine si apre un ristorante e racconta la sua vita a chi viene a mangiare, sta con i suoi figli, il cane e tante cose da cantare ancora".

Crediti: YouTube, web