Charlene di Monaco da Papa Francesco: Le foto e il look della Principessa

Charlene di Monaco
Ecrit par

Lunedì 18 gennaio Papa Francesco ha ricevuto in Vaticano Alberto e Charlene di Monaco. La principessa ha scelto un look total white con un elegantissimo velo in pizzo sopra il capo.

La scorsa settimana un comunicato ufficiale del palazzo reale monegasco rivelava che Alberto e Charlene di Monaco sarebbero stati ospiti di papa Francesco all'inizio di questa settimana. Ieri, infatti, lunedì 18 gennaio, i reali di Montecarlo sono arrivati al palazzo apostolico dove sono stati accolti dal prefetto della Casa pontificia, Georg Gaenswein, che li ha accompagnati direttamente da sua Santità. Per l'occasione, Charlene ha scelto un elegantissimo abito bianco con velo in pizzo posizionato sul capo; il protocollo reale prevede, infatt,i che la consorte del reggente del principato di Monaco, insieme alle regine di Spagna e del Belgio e alla granduchessa del Lussemburgo, goda del cosiddetto "privilegio del bianco", cioè la possibilità di indossare abiti bianchi in caso di incontro con il Pontefice.

Charlene di Monaco da Papa Francesco: Le foto e il look della Principessa - photo
Charlene di Monaco da Papa Francesco: Le foto e il look della Principessa - photo
Charlene di Monaco da Papa Francesco: Le foto e il look della Principessa - photo
Charlene di Monaco da Papa Francesco: Le foto e il look della Principessa - photo
Charlene di Monaco da Papa Francesco: Le foto e il look della Principessa - photo

Le foto rese pubbliche vedono Charlene e Alberto all'ingresso del palazzo apostolico, mentre nessuno scatto del reale incontro è ancora trapelato. Per la principessa si tratta di una brevissima pausa dai gemelli Jacques e Gabriella, in Italia insieme ai genitori. Sua Maestà, infatti, ha deciso di tralasciare gran parte degli impegni pubblici per dedicarsi all'educazione e crescita dei figli: "La loro salute e il loro benessere è ciò che mi importa di più. Che siano felici, in buona salute, ben nutriti e amati. Al momento è questo ciò che conta di più per me. Non abbiamo ancora programmi particolari per loro. Abbiamo tutto il tempo per pensarci. Penso che la differenza rispetto agli altri bambini è che loro sono nati con una responsabilità e un dovere precisi. Chiaramente non l’hanno voluto loro, ma hanno la possibilità di scegliere le loro passioni, e starà a loro decidere in che modo formarsi, dal momento che sanno di avere una responsabilità e un dovere verso la loro nazione e la loro famiglia. Ed è proprio questo che dovranno tramandare alle generazioni future".

Crediti: Youtube, web , Archivio web