Non è stato mio figlio: Le scene hot con Adua Del Vesco e Gabriel Garko (VIDEO)

Adua del Vesco è la spogliarellista Nunzia Verderame
Ecrit par

Adua del Vesco sexy come non l'avete mai vista. L'attrice siciliana in Non è stato mio figlio ha il ruolo di spogliarellista e i suoi fan sono in visibilio.

Adua Del Vesco sexy come non l'avete mai vista. L'attrice siciliana è la protagonista della nuova serie tv Non è stato mio figlio. Adua per la prima volta nella sua giovane carriera è la protagonista insieme al compagno Gabriel Garko (Gabriel Garko vs Willwoosh: baciato dal sole e Non è stato mio figlio, ecco chi ha vinto la sfida tv). Adua è Nunzia Verderame, una spogliarellista che ha perduto il padre per un suicidio pochi anni prima. Per aiutare la famiglia allora decide di frequentare un night club della sua cittadina. Adua però a differenza delle sue sette colleghe non arrotonda nel post serata andando coi i clienti. Il suo è un personaggio che rifiuta tali compromessi per far denaro e ha un profilo morale alto. Proprio il Bimbastar, nome del night club in cui lavora Nunzia, è il luogo che permette ad Adua di incontrare Andrea Geraldi, ovvero Gabriel Garko (qui Non è stato mio figlio: Gabriel, Garko, la famiglia Gerladi e i suoi nemici).

Adua nei suoi spettacoli mostra un fisico perfetto e la sua femminilità traspira da tutti i pori. L'imprenditore Geraldi inizia a frequentarla ma non è chiaro cosa voglia. La ricerca di Gina, donna secondo lui implicata nel suicidio della nipote Barbara lo ossessiona. Quindi Andrea inizia a tampinare Nunzia sul lavoro e i due iniziano una relazione, nonostante la stessa all'inizio avesse più di qualche dubbio. Il padre infatti lavorava per l'azienda di famiglia e si è tolto la vita proprio perché aveva perso le commesse e non poteva più portare a casa i soldi per portare avanti la famiglia. Ma cosa vuole Andrea: è innamorato realmente di Nunzia o solo il gancio per poter raggiungere il suo obiettivo? Lo scopriremo dalle prossime puntate. Non è stato mio figlio dopo le due puntate ritorna con un solo appuntamento: martedì 22 marzo alle 21.15.

Crediti: ares, ares film