6 Nazioni, rugby: Inghilterra-Italia 47-17, cronaca e highlights

Il Capitano Sergio Parisse
Ecrit par

Il 14 febbraio l'Italia del Rugby ha perso ancora nel Sei Nazioni. Allo stadio Twickenham di Londra è finita 47-17, nonostante un buon inizio di partita. Tante le buone basi dalle quali ripartire, ma il Ct Brunel ha ancora molto lavoro.

Il Sei Nazioni 2015 avanza e l'Italia del rugby di Jacques Brunel continua ad arrancare: dopo la batosta contro l'Irlanda allo Stadio Olimpico nella prima uscita, gli Azzurri subiscono ancora. Questa volta contro l' Inghilterra, che nella carta stampata si era chiesta "Per quanto tempo ancora avremo l'Italia al Sei Nazioni? ". Diversamente dagli slogan però, almeno il primo tempo ha fatto ben sperare: è il terzo minuto quando Sergio Parisse trova una meta laterale, dopo una ottima azione di riciclo. L'Italia gioca con voglia fino al minuto 24, poi gli inglesi hanno preso in mano al situazione con una meta dubbia di Vunipola convalidata al replay - peccato per l'ottima azione difensiva italiana -, per poi chiudere i conti a metà tempo sul 15-5. Gli Highlights del primo tempo di Italia-Inghilterra

6 Nazioni, rugby: Inghilterra-Italia 47-17, cronaca e highlights

Dopo la pausa è stata un'altra partita: l'Inghilterra senza freni ha allargato la forbice, e addirittura ci ha preso in giro con un furto di esperienza di Youngs, che al minuto 54 scappa - a quanto pare, regolarmente - verso la meta mentre la difesa attendeva il formarsi della mischia. Il risultato finale (47-17) è un nuovo fallimento europeo, ma ci sono diversi elementi dai quali ripartire: oltre al coraggio dei primi 24 minuti, non è capitato spesso di segnare tre mete di qualità (2 nel secondo tempo del solo Morisi) nella bolgia di Twickenham. C'è moltissimo lavoro da fare per il Ct Jacques Brunel, a partire dall'assegnazione dei calci - Haimona ha fatto 0 su 3 -: per quanto ancora incredibilmente lunga, la strada è questa e la testa è alta.

Crediti: RBS Six Nations, web , rbs 6 nations