50 sfumature di grigio: Sequel, la regista molla Jamie Dornan e Dakota Johnson?

La regista Sam molla la saga?
Ecrit par

Dopo il successo delle “50 sfumature di grigio” la Univeral Pictures sta già pensando al sequel, ma deve affrontare le titubanze della regista. Jamie Dornan e Dakota Johnson invece sembrano confermati.

“More money, more problems”, cantava Notorious B.I.G. nel lontano 1997, inventando una di quelle massime che funzioneranno in eterno. In queste ore, se ne stanno rendendo conto i producer della Universal Pictures che, assieme all'entusiasmo per gli incassi record registrati da “50 sfumature di grigio” devono anche gestire alcuni problemi. Il principale riguarda la regista Sam Taylor Johnson, che ha minacciato di non voler lavorare al sequel del film, intitolato “50 sfumature di nero”. Un vero peccato se così fosse, visto che la sua regia è stata una degli elementi più apprezzati della trasposizione di “50 sfumature di grigio”. La faccenda, a dire il vero, è poco chiara, però IndieWire ha riesumato alcune dichiarazioni fatte da Sam qualche settimana fa e che confermano le preoccupazioni della Universal. Ancor prima dell'uscita di “50 sfumature di grigio” al cinema, l'autrice aveva fatto sapere di “non sentirsi adeguata”. “Come se non volessi girare mai più un film in tutta la mia vita”, aveva detto ai microfoni di Variety, ma poi specificando: “non è detto che tra qualche giorno cambi completamente idea”.

50 sfumature di grigio: Sequel, la regista molla Jamie Dornan e Dakota Johnson?

Le parole della donna sono quelle di qualcuno che ha sofferto di un attacco di panico dell'ultimo minuto. Bisogna tenere presente, che poco prima dell'uscita di un grosso film (e “50 sfumature di grigio” è tra questi), la tensione tra gli autori e i produttori è alle stelle, visto che in palio ci sono milioni di dollari. E' comprensibile un'iniziale titubanza, ma può essere che visti gli incoraggianti risultati ottenuti al botteghino, Sam Taylor Johnson prenda la decisione giusta e si metta al lavoro sull'attesissimo sequel della love story tra Christian Grey e Anastasia Steele. Anche se questo non dovesse accadere, IndieWire riconosce alla donna il grande merito di avere gettato le basi per il corretto sviluppo della trilogia. È stata lei a scommettere su Jamie Dornan e Dakota Johnson (guarda le foto hot), attraverso metodi di casting piuttosto insoliti per gli standard di Hollywood: “il talento dei due è stato individuato attraverso la lettura di un monologo molto impegnativo”, scrive IndieWire, “ovvero quello contenuto in 'Persona' di Igmar Bergman”. “Così ho scoperto Dakota Johnson”, racconta Sam a Vogue, “ha colpito subito tutti noi, per la sua capacità di comprendere un passaggio tanto delicato. Lei può interpretare quella fragilità femminile, senza perdere di vista la forza interiore che porterà il personaggio a trionfare”.

Crediti: web