1992 - la serie: Tea Falco posta un video contro le critiche

Tea Falco, in 1992 l'imprenditrice Bibi Mainaghi
Ecrit par

Tea Falco, Bibi Mainaghi di 1992 - la serie, stavolta risponde con l'autoironia alla critiche scoppiate sui social per la sua interpretazione e posta un video. Uno sketch divertente utile a smontare gli haters.

L'autoironia è la migliore arma contro le critiche. Tea Falco lo sa bene e tramite il suo profilo Instagram e la sua pagina Facebook risponde con un video autoironico alla valanga di accuse piovute per tutta la prima stagione 1992, serie prodotta da Wildside e Sky in collaborazione con La7 sulla storia di sei personaggi in parallelo a Tangentopoli e le bombe ai giudici Falcone e Borsellino nell'anno che cambiò l'Italia. L'attrice siciliana utilizza un'amica per uno sketch divertente, citando una scena di 1992 - la serie con Domenico Diele (nella serie il poliziotto del pool di Mani Pulite Luca Pastore): "Non ho detto acciughe, ho detto accendino. Dai, ti arrandi così?". L'idea di Tea Falco nasce in risposta alle critiche e al video esilarante che sta spopolando in rete in cui vengono ripercorse le scene incriminate (qui il link). L'attrice è stata accusata da diversi critici cinematografici e anche da noi di melty (qui Tea Falco, la biascicatrice Bibi Mainaghi di 1992) di non riuscire a farsi comprendere sul set. La dizione nella sua interpretazione di Beatrice Mainaghi in '1992' è quanto mai discutibile.

#tiarrandicosi'?

Posted by Tea Falco on Lunedì 27 aprile 2015
1992 - la serie: Tea Falco posta un video contro le critiche

Lei subito dopo la prima puntata si è difesa su Twitter così: "Io non parlo come in 1992, si sappia. Non ho la voce da sciocca figlia di papà milanese - ha voluto precisare -. Sono un muratore piuttosto". I dubbi sono rimasti perché anche nel prosieguo della serie l'attrice siciliana non ha di certo migliorato la sua dizione e la comprensibilità delle scene girate. Anzi Bibi Mainaghi da figlia di papà (attenzione spoiler in vista) si è trasformata in imprenditrice, a causa del suicidio del padre Michele Mainaghi. La sua improvvisa scalata all'impero costruito dal padre e il nuovo ruolo di responsabilità non è servito certo a migliorare la sua parlata strascicata. E alle critiche ci ha pensato a rispondere la madre (qui la madre insulta il giornalista), con lunghe invettive e perfino insulti su Facebook a un giornalista de "Il Fatto quotidiano", reo di aver criticato sua figlia e di non aver saputo cogliere il personaggio da lei interpretato. Noi ammettiamo che l'autoironia alleggerisce l'escalation di pesanti critiche prodotta dagli haters di professione ma il giudizio sull'attrice siciliana non cambia.

Crediti: Mediaset, web