1992 - la serie: Episodi 9 e 10, riassunto del finale (spoiler)

Cosa è successo a Leonardo Notte?
Ecrit par

Il finale di 1992 - la serie, il riassunto degli episodi 9 e 10 (spoiler). Leonardo Notte è a un bivio come Veronica Castello. Luca Pastore prova a vendicarsi mentre Pietro Bosco ha l'occasione del riscatto all'interno del partito.

1992 - la serie è giunta alla sua fine. La serie che racconta l'anno che sconvolse l'Italia con lo scandalo Tangentopoli e gli attentati ai giudici Falcone e Borsellino ha terminato la sua prima stagione. Noi di melty vi riassumiamo i passaggi cruciali delle ultime due puntate andate in onda ieri (qui il riassunto delle puntate 7 e 8 di 1992). Grande protagonista del finale è Leonardo Notte (Stefano Accorsi). Il pubblicitario vuole convincere Marcello Dell'Utri a considerare l'idea di candidare le persone all'interno dell'azienda nelle prossime elezioni. Per farlo prova a montare un video con i diversi volti dell'azienda. Notte però deve guardarsi dal ritorno alla carica di Rocco Venturi (Alessandro Roja). Il poliziotto conosce l'inconfessabile segreto dell'ex studente rosso e si è dato alla fuga perché ricercato dalla polizia in tutta Italia per una fuga di notizie dalla procura di Milano. La richiesta è di 800 milioni di lire. Notte ha a disposizione un conto corrente da cui può attingere per le spese ordinarie per le attività dell'Ufficio studi. L'idea che gli viene in mente è quella di fuggire a Cuba con 200 milioni in tasca e il resto darlo a Venturi. Qualcosa tuttavia va storto in banca e Notte deve rinunciare al suo piano. La via d'uscita è un'idea diabolica: uccidere Venturi a colpi di cric e bruciare le prove.

1992 - la serie: Episodi 9 e 10, riassunto del finale (spoiler)

Il pubblicitario riesce nel suo intento nascondendo il cadavere del poliziotto all'interno di un cantiere per la costruzione di una clinica. Notte però viene colto in flagranza da Dell'Utri. Il capo di Publitalia viene a conoscenza del tentativo del suo uomo fidato di prelevare la cifra di un miliardo e così lo licenzia. La disperazione lo porta a farsi di eroina come ai tempi in cui era con la sua ragazza a Bologna. Ma a proposito di ragazze, Notte colleziona un'altra storia di passione. Stavolta con Bibi Mainaghi (la biascicatrice Tea Falco). L'ereditiera viene ingannata dall'ex poliziotto della Procura di Milano Luca Pastore (Domenico Diele), che le piazza una cimice per ascoltare illegalmente le conversazioni. La Mainaghi viene ascoltata mentre spiega di aver fatto bruciare decine di sacche infette della sua azienda. Il motivo è che quelle sacche sono la prova del collegamento tra la fittizia azienda americana e l'azienda dell'impero Mainaghi. Pastore così si ritrova con niente in mano. Di Pietro decide di riabilitarlo ed è proprio Pastore a interrogare Bibi, che resiste alle pressioni del poliziotto e decide di mostrargli la presenza della cimice.

1992 - la serie: Episodi 9 e 10, riassunto del finale (spoiler)

Centrale nelle ultime due puntate è il ruolo di Antonio Di Pietro (Antonio Gerardi). Il pm scopre che Luca Pastore sta investigando anche al di fuori della procura, senza alcun potere legale. Allora decide di proporgli uno scambio: una prova contro Bettino Craxi e la riabilitazione nell'ufficio della polizia giudiziaria del pool Mani Pulite. Pastore grazie alla complicità di Giulia Castello, la giornalista del Corriere della Sera e sorella di Veronica Castello, fa uscire la notizia che Di Pietro starebbe indagando anche su Riccardo Mancini. L'ex segretario del Psi rende testimonianza spontanea che il tesoriere Balzamo (morto d'infarto pochi giorni prima) aveva solo poteri di cassa. Dietro e a capo di tutto c'era il segretario Craxi. Così all'interno della procura si festeggia con fiumi di Champagne. Il 1992 però non è ancora finito. Restano due storie da raccontare: quelle di Pietro Bosco e Veronica Castello. La show-girl è stata presa a Domenica In ma scopre di esser rimasta incinta di Bosco. L'idea iniziale è quella di abortire per privilegiare la carriera, sebbene sia la terza volta e la ginecologa la mette in guardia per l'impossibilità di avere figli. Bosco prova a convincere la compagna a non farlo.

1992 - la serie: Episodi 9 e 10, riassunto del finale (spoiler)

Il politico della Lega Nord intanto è ai margini del partito per la sua scelta di votare a favore di una commessa di armi in Commissione difesa. Scelta imposta dall'amico parlamentare della Dc e suo mentore Gaetano Nobile. La novità è che un nemico doroteo di Nobile lo accusa di concussione e dalla procura di Milano viene richiesta l'autorizzazione a procedere nei confronti di Nobile. Bosco dopo aver letto le carte capisce che è solo una vendetta ma Formentini e il suo amico parlamentare Bortolotti gli offrono la possibilità di essere ricandidato con il partito anche nelle prossime elezioni politiche: il voto contro Nobile è l'occasione di riscatto e la prova di fedeltà alla Lega Nord. Bosco così vota per l'autorizzazione a procedere e tradisce Nobile. Il parlamentare vuole festeggiare chiedendo a Veronica di sposarlo ma la realtà è ben diversa. La show-girl nei giorni precedenti ha avuto l'ennesimo sussulto carrieristico. Nei camerini del programma Domenica In ha incontrato la sorella Giulia, ospite del programma per parlare da giornalista dello scandalo Tangentopoli, e anche Lorella Cuccarini, la sua musa ispiratrice. E' la scintilla che la fa decidere di abortire. La reazione di Bosco è animalesca: pugni e un tentativo di soffocamento. E' la fine della storia tra loro due, è la fine del 1992.

Crediti: Sky Atlantic, web , sky