1992 - la serie: 1^ e 2^ puntata, riassunto e commento

La soubrette Miriam Leone e l'imprenditore Mainaghi
Ecrit par

L'attesa è finita, Sky ha trasmesso la 1a e la 2a puntata di 1992 - la serie. Leonardo Notte, Pietro Bosco, Veronica Castello, Luca Pastore e Bibi Mainaghi sono al centro della storia. Scopri ciò che è successo (è pieno di spoiler).

Piace o non piace 1992 la serie? Noi di melty proviamo a fare il punto delle prime due puntate, raccontandovi ciò che è successo, limitandoci a racconti fattuali. Perciò chi non volesse spoiler è pregato di non andare avanti nella lettura. Come ogni serie la 1a puntata serve agli sceneggiatori per presentare i sei personaggi al centro di 1992, sullo sfondo di una Milano ancora reduce dai successi degli anni '80 e ora in piena crisi economica. La puntata si apre con il poliziotto Luca Pastore (Domenico Diele) allo specchio. La sua visita medica successiva e il dialogo con la dottoressa metterà a nudo la malattia del poliziotto: l'Aids. E non è un caso che Pastore si sia fatto trasferire proprio alla polizia giudiziaria di Milano. E' in cerca di vendetta perché la sua malattia è stata causata da una trasfusione di sangue infetto e l'azienda che lo ha provocato fa riferimento all'imprenditore Mainaghi. Non è un caso che Pastore per incastrare Mainaghi entri nella sua casa conoscendo sua figlia Bibi (Tea Falco) all'uscita di un locale. Il poliziotto riesce così a copiare informazioni preziose dai documenti di Mainaghi mentre la ragazza dorme. Ma Pastore è anche colui che passa le informazioni ai giornalisti, modus operandi molto usato all'epoca e tuttora. La prima puntata però è dedicata all'arresto di Mario Chiesa, presidente del Pio Albergo Trivulzio, avvenuta il 17 febbraio 1992, giorno in cui per gli storiografici inizia Tangentopoli. Intanto dall'Iraq torna Pietro Bosco (Guido Caprino), ormai ex militare in congedo dal passato non del tutto chiaro che si ritrova senza lavoro e nel pieno della crisi economica. Pietro incontra in un ristorante Veronica Castello (Miriam Leone), che lo snobba. E' un passaggio da non mancare per eventuali sviluppi futuri. Si perché Bosco per caso una sera salva un signore da un linciaggio. E' la svolta della sua vita perché quel signore è un dirigente della Lega Nord. I giornali ne parlano e lui diventa Batman, l'uomo della notte che salva i più deboli.

1992 - la serie: 1^ e 2^ puntata, riassunto e commento

La Lega allora decide di candidarlo per il Parlamento. Nella seconda puntata alcuni giornali smascherano l'eroe borghese e mettono la Lega Nord nei guai. Bosco finisce negli ultimi posti della lista ma Tangentopoli e un comizio appassionato seppur sgangherato al fianco di Umberto Bossi, permettono a Bosco di diventare deputato. Veronica Castello invece è una soubrette senza scrupoli che lavora in una tv locale, con l'obiettivo di sfondare nella tv nazionale. L'uomo scelto dalla Castello per fare il grande salto è l'industriale Mainaghi, con cui ha una relazione extraconiugale. La soubrette coltiva anche una relazione di sesso anche con il pubblicitario Leonardo Notte (Stefano Accorsi) che tornerà fra poco. Veronica Castello subisce la perdita della madre e non è ben vista dalla sorella Giulia, giornalista appena assunta dal Corriere della Sera e spedita a fare cronaca giudiziaria a Palazzo di Giustizia. Nella seconda puntata però, prima dell'arresto, Veronica riesce ad avere da Mainaghi il provino per entrare a Domenica In. C'è poi la storia di Leonardo Notte, per certi aspetti centrale all'interno della serie. Il pubblicitario è un consulente di Publitalia, il braccio armato di Fininvest sulla pubblicità. Lui capisce che qualcosa nei valori della società italiana sta cambiando (da rivedere più volte la scena della Repubblica delle Banane"). E' bravo a trattenere un grosso cliente e a farsi ben volere da Marcello Dell'Utri, all'epoca Deus ex machina del Biscione.

A far capire il nuovo sistema di valori imposto dalla tv è Viola, la figlia di Notte. Sullo sfondo di "Non è la rai" di Gianni Boncompagni Notte comprende che i nuovi miti sono quelli della tv e lo stesso patron di Fininvest Silvio Berlusconi finisce tra i personaggi meglio visti dai compagni di classe di Irene.Un ragionamento che Dell'Utri intuisce e che vale a Notte una promozione a lobbista in parlamento al fianco di un parlamentare democristiano. Ma la politica è proprio il terreno su cui non bisogna essere in questo momento, perché il pool decide di iniziare a interrogare tutti gli imprenditori per poter avere i nomi di coloro che intascano le mazzette per oliare gli appalti. Nel mezzo della sua scesa all'interno di Publitalia Leonardo Notte prova a riportare sua figlia a Bologna, dalla madre. La vita di Leonardo Notte è un mistero. La mancanza di trasparenza sulla vita precedente la si evince da due scene; nella prima incontra il fratello della moglie nella fase terminale di un tumore. Ex poliziotto in congedo per i problemi di salute, costui gli dice che lo avrebbe spedito dentro, a testimoniare il passato losco di Notte; in chiusura della seconda puntata Notte riceve una lettera anonima con una foto di una donna morta e una scritta eloquente sul suo status di assassino. Qualcuno conosce un segreto inconfessabile e vuole far pagare a Leonardo Notte le sue presunte malefatte. Dalla terza puntata scopriremo come l'intreccio delle storie raccontate potrà districarsi o intricarsi.

Crediti: web , Sky