Rock in Roma 2016: L’amore de I Cani conquistano l’Italian Way (Foto, Video)

Il reportage de  ICani
Ecrit par

Il Rock in Roma 2016 ha visto ICani esibirsi per la rassegna Italian Way davanti ad una folla incredibile, guarda le foto e il video del concerto su melty!

(A cura di Thomas Cardinali) - Il Rock in Roma 2016 (guarda il report sui Nightwish) ha dato una virata importante rispetto al passato, con la nuova rassegna denominata Italian Way che permette a quei fenomeni nazionali non ancora in grado di riempire un palazzetto di esibirsi su un palco più piccolo. Non ditelo però ai fan de I Cani, il progetto musicale di Niccolò Contessa nato nel giugno 2010 e ora a distanza di sei anni arrivato sul palco del più grande festival estivo italiano e tra i primi d’Europa. Non solo musica rock dunque a Capannelle, ma anche il genere tutto suo de I Cani (guarda la fattoria dell'indie) con un mix che va dal popo all’elettronico. Uno stile vocale che a molti potrebbe ricordare Max Gazzè. I testi di Niccolò Contessa strizzano l’occhio e non potrebbe essere altrimenti alla musica indie italiana. Guarda le foto e i video del concerto a Capannelle su melty!

I fan accolgono l’arrivo di Niccolò Contessa sul palco tra gli applausi e subito parte la famosissima “Questo Nostro Grande Amore”. Il pubblico sembra più interessato al nuovo album e fa pensare che ICani abbiano attirato un nuovo pubblico, magari appassionati dell’Indie Italiano che hanno sfruttato il prezzo popolare dell’Italian Way per passare una bella serata di musica. Ci sono stati ovviamente i grandi classici tipo "Le velleità", "Perdona e dimetica”, mentre ha deluso sicuramente l’assenza nel live di alcuni pezzi del nuovo album molto apprezzati sul web come "Baby soldato" e un grande classico come "Hipsteria" . Quest’ultima assenza può essere associata al disagio di Niccolò Contessa nell'essere relegato come fenomeno della cultura hipster da molti critici musicali. Le tematiche affrontate nelle sue canzoni sono soprattutto amore non corrisposto o finito (ad esempio ne “Le coppie”, “Il posto più freddo”), ma anche la città di Roma, soprattutto i primi due album "Il sorprendente album d'esordio de I Cani" e "Glamour" con canzoni come "I pariolini di 18 anni. Il nuovo album “Aurora” rappresenta quindi la voglia di uscire da fenomeno locale ed esplodere definitivamente, magari mettendo da parte qualcosa e trovando un compromesso con un pop più commerciale.

Crediti: Thomas Cardinali