La galassia melty
Edizione Italia
53595 giovani online

Revenant - Redivivo: Leonardo DiCaprio e il calvario sottozero (recensione)

Leonardo DiCaprio e Tom Hardy nel film
Ecrit par Zambon E.

Leonardo DiCaprio alle prese con la sfida più fisica della propria carriera. "Revenant - Redivivo" è un viaggio infernale nel Sud Dakota del 1820 che sfocia però nell'autocompiacimento.

(di Emanuele Zambon). "Revenant - Redivivo" è una summa della 'New New Hollywood', l'opera più estrema del cinema contemporaneo: un coinvolgente piano sequenza iniziale che mette in luce l'estro di Alejandro González Iñárritu, inquadrature dal basso realizzate con l'intento di stupire, sontuose plongée atti a rivelare lo sguardo onnisciente del regista, l'uso compulsivo della steadycam che immerge lo spettatore in un'incredibile esperienza sensoriale. La macchina da presa del regista Premio Oscar per "Birdman" segue i protagonisti tra i boschi, nelle praterie innevate, a cavallo, fino ad immergersi nelle acque gelide del Missouri per raccontare la storia del pioniere Hugh Glass (Leonardo DiCaprio, lo abbiamo incontrato a Roma), attaccato da un grizzly durante una spedizione nell'America del 1820. Tradito dal compagno di (s)ventura John Fitzgerald (lo interpreta un superbo Tom Hardy), il trapper in fin di vita viene abbandonato dopo essere stato costretto ad assistere impotente all'uccisione del figlio. "Revenant - Redivivo" racconta una storia estrema, in cui l'istinto di sopravvivenza di un uomo - il cacciatore DiCaprio - si alimenta della sua brama vendicativa. Ha inizio "La Passione di Leo", un calvario sottozero tra le sterminate lande del Nordamerica in cui l'attore di "Django Unchained" trascina il suo corpo martoriato e ridotto in brandelli per sfuggire alla caccia spietata degli indiani Arikara e per rintracciare l'aguzzino di suo figlio.

leonardo dicaprio roma, revenant trailer, revenant film, the revenant dicaprio, the revenant trailer ita, revenant redivivo, the revenant leonardo di caprio, revenant streaming, tom hardy revenant, dicaprio oscar, dicaprio kelly rohrbach
L'attacco dell'orso al trapper Glass

APOCALYPSE LEO. Girato tra l'Argentina e la provincia di Alberta, in Canada, "Revenant - Redivivo" è un'opera che lascia attoniti, capace un attimo prima di incantare con immagini suggestive e sconvolgere subito dopo, mostrando l'aspetto più bieco dell'uomo e quello più spietato di Madre Natura, vera e propria antagonista nel film di Leonardo DiCaprio (scopri i progetti futuri dell'attore), al pari del villain Tom Hardy. Il fresco vincitore del Golden Globe intraprende un percorso espiatorio, quasi volesse redimersi dopo gli eccessi di "The Wolf of Wall Street": nel film lo vediamo trascinarsi, rantolare, cedere fisicamente, raschiare il midollo dall'osso di una carogna, sventrare un cavallo morto per ripararsi al suo interno. La macchina da presa indugia sui primi piani del protagonista, immerso anima e corpo in un territorio ameno e allo stesso tempo proibitivo. Il cinema di Iñárritu è muscolare, salvo poi cedere al misticismo, regalando sequenze oniriche slegate dall'intelaiatura da revenge movie del film, quasi estemporanee rispetto alla storia. "Revenant - Redivivo" mette in scena la sconvolgente bellezza della natura selvaggia con un intento quasi documentaristico: merito (anche) della fotografia ammaliante ed estatica di Emmanuel Lubezki, che qui si esalta con la luce naturale di una terra quasi primordiale, mettendo il regista messicano nelle condizioni di lasciarsi andare a virtuosismi tecnici di notevole pregio.

leonardo dicaprio roma, leonardo dicaprio roma foto, revenant trailer, revenant film, revenant dicaprio, the revenant trailer ita, revenant redivivo, the revenant leonardo di caprio, revenant streaming, tom hardy revenant, dicaprio oscar, leonardo dicapri
Una sequenza di Revenant - Redivivo

Alejandro González Iñárritu (eccolo sul red carpet romano del film) fautore di un cinema neorealista, artista capace di lasciare gli interni di "Birdman" in favore di un set all'aria aperta (De Sica e Rossellini dagli Studios erano 'scesi nelle strade') raccontando un dualismo sullo sfondo della frontiera americana. Nonostante le premesse, però, "Revenant - Redivivo" paga una sceneggiatura fiacca e un ritmo blando. I dialoghi sono pressochè ridotti allo zero in favore dell'indugiare del regista su campi lunghi che rendono il film un autentico quadro in movimento. Ciò stride e non poco con la vendetta personale del protagonista DiCaprio, chiamato a lavare col sangue (o forse no) l'uccisione del figlio. Se il richiamo più evidente dell'opera è "Uomo bianco, va' col tuo Dio!", film del 1971 con Richard Harris, la mente corre anche a "Il Gladiatore" di Ridley Scott e allo sguardo disincantato di Kevin Costner in "Balla Coi Lupi". Vi sono poi echi di "Apocalypse Now", specie nel tratteggiare con feroce lucidità la cupidigia umana. Quella che manca a "Revenant - Redivivo" è la capacità di appassionare lo spettatore, di portarlo ad immedesimarsi col protagonista. Il pubblico non fa propria la vendetta del pioniere Glass, non come lo aveva fatto col gladiatore Massimo (Russell Crowe) almeno. Troppo asettico il racconto di Iñárritu, capace di raggiungere vette altissime dal punto di vista estetico ma non in grado di emozionare fino in fondo. Il suo è uno sfoggio di estro gelido come le nevi del Nordamerica che ritrae.

Crediti: 20th Century Fox, web , Emanuele Zambon
I siti del network meltygroup























© 2016 meltygroupChi siamoContattiSeguiciPubblicitàCondizioni di utilizzoInformazioni legali