Panda Bear, Verdena, Ghost Culture: La playlist di melty

Panda Bear - Panda Bear Meets The Grim Reaper
Ecrit par

Panda Bear ed il suo nuovo album, il tanto atteso singolo dei Verdena, l’esordio di Ghost Culture e i due lavori di Giovanni Truppi e Felpa inaugurano la prima playlist dell’anno.

L’anno nuovo è cominciato da appena quindici giorni, ma le prime uscite discografiche già fanno pensare che il 2015 non passerà inosservato. Come di consueto accade ogni 15 e 30 del mese, abbiamo selezionato per voi cinque uscite musicali di qualità, colonna sonora per questo turbolente gennaio. Il ritorno di Noah Benjamin Lennox aka Panda Bear è già di per sé una buona notizia; il nuovo singolo dei Verdena "Un po' esageri" suggella il gradito ritorno del gruppo di Bergamo. L’album d’esordio di Ghost Culture, il terzo disco di Giovanni Truppi ed il singolo rilasciato da Felpa concludono all’insegna della qualità la cinquina della Playlist di melty.it del nuovo anno. Il 2015 è iniziato alla grande: non resta che augurarvi buona lettura e soprattutto buon ascolto!

Panda Bear – Mr Noah Oltre ad essere membro del noto progetto americano degli Animal Collective, Noah Benjamin Lennox ha lasciato un segno evidente in materia di musica elettronica con il suo progetto solista: Panda Bear. "Panda Bear Meets The Grim Reaper" è il nuovo long playing (pubblicato il 13 gennaio), naturale seguito di "Mr Noah EP" dello scorso ottobre, solo un piccolo assaggio del disco completo. Un ritorno all’insegna di produzioni di altissimo livello: la psichedelia che va a braccetto con l’elettronica e tanti piccoli rumori giusti al posto giusto. L’influenza dei Beach Boys è sempre forte, ma lo stile di Panda Bear è ormai ben consolidato. ‘Crosswords’ e ‘Boys Latin’ sono un piacere all’ascolto, ma la scusa del nuovo album è perfetta per portare all’interno della playlist ‘Mr Noah’, brano già anticipato nell’ep e riproposto di direttissima nell’album.

Verdena - Un po’ esageri Signore e signori, i Verdena son tornati! Dopo ben quattro anni dalla pubblicazione di "Wow", uno dei dischi più importanti e più discussi per la storia della musica italiana degli anni ’10, la pubblicazione di ‘Un po’ esageri’ ha rotto definitivamente il lungo silenzio, generando forti attese tra gli appassionati. La band bergamasca ha già avvisato a dovere il web: i dischi pubblicati quest'anno saranno due, Endkadenz Vol.1 ed il successivo Vol.2.Già dal singolo si potrebbero estrarre informazioni importanti sugli album in arrivo: più che rottura con i precedenti lavori (consuetudine dei Verdena) si intuisce un lavoro di continuità con le ultime pubblicazioni del gruppo, quasi una via di mezzo tra Wow e Requiem, come lo stesso Alberto Ferrari (voce e chitarra) ha affermato nelle interviste a Rai Radio 1 e Rai Radio 2. .

Ghost Culture – Mouth Chi è Ghost Culture? Le notizie intorno il nuovo progetto della label ‘Phantasy Sound’ non sono tantissime: per adesso conosciamo il nome dell’artista, James Greenwood, e l’età, 24 anni. Ciò che più importa, in ogni caso, non sono le informazioni riguardo questo nuovo progetto (senza un titolo in particolare), quanto il fatto che l’album d’esordio del ragazzo londinese sia qualcosa di veramente ben fatto. Un esordio tutto elettronico che strizza l’occhio a Caribou e che ha delle punte d’eccellenza veramente notevoli. Al primo brano, Mouth, il compito d’informare l’ascoltatore che si fa sul serio: il mondo di Ghost Culture viaggia tra suoni robotici, synth onirici e corposi bassi, il tutto impastato con equilibrio e lucidità. Un esordio davvero notevole.

Giovanni TruppiStai andando bene Giovanni La Woodworm (label già nota per la produzione di Gazebo Penguins, Fast Animals And Slow Kids, alcuni album di Dente ecc.) ci ha regalato per questo inizio di 2015 il terzo album di Giovanni Truppi, l’omonimo ‘Giovanni Truppi’. Lo stile e l’irriverenza del napoletano sono tornati in pompa magna con questa terza pubblicazione che, rispetto alle due precedenti, brilla di più per qualità. Il parlato/cantato/recitato di Giovanni Truppi ha dell’unico: ‘Conversazione con Marco sui destini dell’Umanità’ e 'Hai messo incinta una scema' ne sono l’esempio eclatante, ma di pezzi degni di nota in quest’album ce ne sono diversi. Le canzoni “ragionate” del cantautore hanno la peculiarità di rimbalzare da una metafora ardita, spesso dai tratti infantili, a un discorso contorto, divertente o serissimo che sia. ‘Stai andando bene Giovanni’ canta lui in apertura del disco, ‘Stai andando bene Giovanni’ ribadiamo noi in questa playlist.

Felpa – Inverno Il nuovo disco di ‘Felpa’, progetto solista di Daniele Carretti (già Offlaga Disco Pax) si chiamerà ‘Paura’ e vedrà la luce il prossimo 2 febbraio, con una pubblicazione in 500 copie per Audioglobe. Ad anticipare l’uscita dell’album è stato un brano, ‘Inverno’, e una particolarissima versione shoegaze della più che nota ‘Rimmel’ di Francesco De Gregori, per i 40 anni dalla sua pubblicazione. Molti puristi storceranno il naso, ma in realtà la cover sarà perfetta per immergervi appieno nel mood di questo nuovo disco: riverberi su riverberi, una bella dose di sana malinconia e gli anni ’90 che danzano a ritmo lento del delay. Il mood, insomma, è chiarissimo, così come la curiosità di ascoltare tutto il resto del disco. Per adesso l’ingresso in playlist è più che meritato.

Crediti: web