La galassia melty
Edizione Italia
1752 giovani online

La Juventus, Strootman e Pepe: Il pagellone della 11^ giornata

Al termine dell'undicesima giornata di Serie A 2014/2015, la Juventus domina, Strootman mette fine al suo calvario e Simone Pepe si sfoga su facebook, mentre il Napoli torna grande. Ecco il meglio ed il peggio dell'undicesima giornata.

Con il posticipo di Inter-Verona (guarda sintesi e highlights) del 9 Novembre a San Siro, si è chiusa la 11^ giornata (a questo link i voti del fantacalcio) del campionato di Serie A 2014/2015. Anche questa volta, arriva puntuale il nostro Pagellone, con voti da 0 a 10 dati a fatti, personaggi, squadre ed episodi rilevanti della bagarre calcistica appena conclusa. Alla fine di questo lungo fine settimana di pallone, La Juventus spadroneggia, l'Olimpico festeggia il ritorno del prode Strootman e il Napoli torna grande al terzo posto. Il tutto mentre Simone Pepe non stava più nella pelle di rendere noti i suoi problemi e la serie A ha perso del tutto i suoi colori, scendendo in campo con maglie che non hanno nulla a che vedere con le squadre che le indossano. Ecco il meglio ed il peggio della undicesima giornata.

Juventus - Voto 10

Dagli scetticismi all'arrivo di Massimiliano Allegri, ne è passata di acqua sotto ai ponti: la Juventus è imbattuta da 32 partite, con 23 vittorie consecutive in casa. Basterebbe questo nuovo record di serie A per scacciare l'ombra di Antonio Conte, ma in favore del tecnico livornese arriva un'altra vittoria travolgente: un Parma disastrato cede 7-0 (guarda sintesi e highlights) nel festival delle doppiette di Llorente, Tevez e Morata con Lichtsteiner a completare il lavoro. In Europa c'è ancora molta dignità da conquistare, ma dentro ai nostri confini la Juve è ancora la squadra da battere, e tutte le contendenti dovranno passare sopra al suo cadavere: addirittura Allegri - in partenza etichettato come untore filomilanista potenziale distruttore della Juve - sembra essere entrato di diritto tra i beniamini bianconeri.

Kevin Strootman - Voto 9

Domenica 9 Novembre lo stadio Olimpico ha salutato a Roma il ritorno del prode Kevin Strootman. Il crack del ginocchio ha tenuto l'olandese lontano dai campi per 8 mesi e contro il Torino il calvario ha finalmente visto la fine: Strootman è partito in panchina e Garcia gli ha concesso minuti importanti - per l'animo, si intende - con l'ingresso in campo nel finale di Roma-Torino (guarda sintesi e highlights). In effetti, nella serata dell'Olimpico i tifosi hanno avuto molto di cui applaudire: da una parte il ritorno di un figliol prodigo, dall'altra una squadra che ha spazzato via gli avversari. Infine, in tempi di ricchi e assenti magnati stranieri, segnaliamo un episodio: il presidente James Pallotta prima del fischio d'inizio, ha dedicato qualche minuto del suo tempo a motivare l'olandese ritrovato. Applausi.

napoli, gonzalo higuain
Gonzalo Higuain
Il Napoli - Voto 8

Dalla stelle alle stalle: se il campionato finisse oggi, il Napoli avrebbe ottenuto l'ingresso in Champions League. In settimana, la vittoria di Europa League contro i modesti Young Boys ha galvanizzato gli uomini di Rafa Benitez, sulla cresta dell'onda di un Pipita Higuain che, da burattino di legno, è finalmente tornato ad essere un giocatore vero. Gli azzurri partenopei sembrano di colpo rinati: velocità, efficacia e risultati utili, con il discusso Callejon che nel giro di pochi giorni è passato dall'etichetta del grande bidone al ritorno nella sua nazionale. Dal fronte Benitez, le polemiche sulla vacanza a Liverpool - il tecnico avrebbe deciso di prendersi qualche giorno di "stacco" durante la pausa delle nazionali - sono aria fritta: dopo tanta tensione e qualche risultato utile, è tutto meritato.

Simone Pepe - Voto 4

Questo il comunicato che Simone Pepe, in risposta a presunte malelingue circa la sua assenza dai campi, si è sentito di diffondere sui social network: "Fino ad ora non mi sono mai soffermato sulle chiacchiere che si sono fatte intorno a me in merito alla mia assenza però ora voglio dire la mia e lo faccio mostrandovi in modo “crudo” le immagini di cio che è stato il mio infortunio. Troppe le voci false e cattive che mi sono arrivate all’orecchio in questi mesi e siccome io ho sempre creduto che prima del calciatore viene l’uomo ho sentito che il momento di rompere il mio silenzio è arrivato, anche per rispetto nei confronti della mia famiglia. Io lo so che la maggior parte dei tifosi è con me e l’ho capito anche oggi quando ho ricevuto applausi e cori allo Stadium, ennesimo attestato di stima e affetto nei miei confronti, sentimenti sempre ricambiati dal sottoscritto. Concludo facendo pubblicamente i complimenti ai miei compagni per la prestazione di oggi, ancora una volta abbiamo dimostrato il nostro immenso valore. Adesso finalmente sto bene e sono felice di essere a disposizione del Mister". Le righe sono state accompagnate da foto - solo per stomaci forti, a questo link - delle cuciture sulle sue gambe. Ora, se è vero che molti tifosi lo appoggiano, una domanda sorge spontanea: c'era davvero il bisogno di rendere pubblici i propri problemi personali?

le maglie della serie A, voto 0

La Roma è scesa in campo in nero, il Torino ha scelto il bianco, il Parma ha optato per il verde, la Juve -dopo le mirabolanti apparizioni in viola - ha scelto il blu, la Lazio in altri tempi avrebbe fatto scandalo tra i suoi tifosi - notoriamente di estrema destra - scendendo in campo con una maglia bordeaux, rossa agli occhi più superficiali. E' vero che "Non ci sono più i colori di una volta", come direbbero gli anziani con i polsi dietro alla schiena: in effetti molte squadre vestono sempre di più delle tinte con le quali non hanno nulla a che fare. D'accordo che la serie A impone tre mute distinguibili da usare in base al colore degli avversari, d'accordo che queste seconde e terze maglie spesso rappresentano la "creatività" dei club - e delle aziende che li vestono -, ma è veramente così irrinunciabile fare a meno della propria identità? Se la società stessa mette da parte la maglia, in tutti i sensi non ne viene fuori una bella figura.

Crediti foto/video: getty images
Tweet

Altre notizie su Calcio

Altri articoli su CalcioSerie A 2014/2015, Sampdoria-Milan: Le quote scommesseFrancia: Sventola la bandiera della Corsica, rissa in Nizza-Bastia (VIDEO)

0 commenti
  • Scrivi il primo commento all'articolo!
I siti del network meltygroup












© 2016 meltygroupChi siamoContattiSeguiciPubblicitàCondizioni di utilizzoInformazioni legali