La galassia melty
Edizione Italia
1752 giovani online

Da Lady Gaga a Katy Perry: Tutte le star accusate di razzismo

Lady Gaga e Katy Perry razzismo
Ecrit par Anna V.

Con la pubblicazione del nuovo video dei Coldplay con Beyoncé il concetto di 'Cultural appropriation' è tornato in voga: da Lady Gaga a Katy Perry, tutte le star finite sotto accusa.

I sari tradizionali, i tatuaggi all'henné e Beyonce che fa il verso alle star di Bollywood dovevano essere il punto di forza del nuovo video dei Coldplay 'Hymn for the Weekend', e invece hanno solo portato alla band inglese una pioggia di critiche. Chris Martin &co sono infatti stati accusati di 'cultural appropriation', di aver cioè ridicolizzato la cultura indiana riducendola ad un pugno di cliché e stereotipi, dando una lettura assolutamente occidentale di usi e costumi lontani anni luce dal MCDonald e dal lifestyle a stelle e strisce. Se nel mondo del cinema il 'razzismo' si è manifestato nella politica degli 'Oscar so white', in campo musicale tutto passa attraverso una serie di letture inferiorizzanti e di chiara eredità colonialista fatte ai danni di culture considerate altre rispetto a quella occidentale, e 'Hymn for the weekend' è solo l'ultimo di una serie di esempi di questo fenomeno battezzato 'cultural appropriation'. Nel 2012 Lady Gaga si presentò alla London Fashion week coperta da un burqa di colore fucsia, annunciando che avrebbe pubblicato anche una canzone dedicata al tradizionale velo islamico: "Non sono una schiava, sono una donna che fa delle scelte; il velo protegge solo la bellezza del mio volto' recitano alcuni versi del brano. Il suo esempio fu presto seguito da Rihanna, che posò sexy come non mai coperta da un niqab davanti alla Moschea di Abu Dhabi.

Lady Gaga burqa look
Lady Gaga con il burqa
rihanna razzismo appropriazione culturale
La foto shock di Rihanna

La reginetta della cultural 'appropriation' resta tuttavia l'insospettabile Katy Perry, che ha spesso fatto ricorso a miti suggestivi ed esotici nel corso dei suoi live. Nel 2013 la 'California Gurl' aprì lo show degli AMA nelle vesti di una geisha, ma tra assenza di ballerine asiatiche e confusi movimenti che scimmiottavano le danze tradizionali, la sua performance fu bollata come "una fantasia orientalista nata dagli occhi di un'occidentale". Le critiche non sono tuttavia servite a dissuadere la bella Katy dal trasformarsi in una sensuale regina egizia in 'Dark Horse' e in un' afroamericana con tanto di treccine per 'This is How we Do'. Non potevano restare fuori dalla lista Iggy Azalea,impegnata in una fantasy India nel suo video 'Bounce', e Miley Cyrus, accusata proprio dal collega Macklemore nella sua nuova canzone di 'cultural appropriation': il twerking, da lei rilanciato ai VMA's, è sempre stato prerogativa assoluta della cultura black. Dulcis in fundo Taylor Swift: possibile che in 'Wildest Dreams' la sua Africa sia un posto popolato oltra che da gazzelle e zebre unicamente da uomini bianchi e glamour come star del cinema? La stampa americana non è stata clemente con lei, bollando 'Wildest dreams' come ' una versione glamour delle fantasie bianche coloniali dell'Africa'. Insomma, si è fatto un gran parlare di Kim Kardashian e delle sue foto su Paper che facevano il verso alla Venere era, ma le sue colleghe, per quanto bionde e più sofisticate di lei, non sono certo da meno.

Katy Perry in versione geisha
Katy Perry in versione geisha
Lady Gaga - Katy Perry in versione Cleopatra
Katy Perry in versione geisha
Lady Gaga - Miley Cyrus fa twerking
Katy Perry in versione geisha
Lady Gaga - Taylor Swift in 'Wildest dreams'
Katy Perry in versione geisha
Crediti: Archivio web
I siti del network meltygroup























© 2016 meltygroupChi siamoContattiSeguiciPubblicitàCondizioni di utilizzoInformazioni legali